Seleziona una pagina

Il Mufant, MuseoLab del fantastico e della fantascienza di Torino, ha organizzato un fantastico evento, per festeggiare il suo primo compleanno nella sua nuova sede:

 

SABATO 19 NOVEMBRE 2016

 DALLE  ORE 14.30 ALLE 19.30

 VIA REISS ROMOLI 49 Bis - TORINO –

 INGRESSO INTERO  A 6 Euro

INGRESSO RIDOTTO A 5 Euro, per tesserati Doctor Who Italian Fan Club e Gruppo Star Trek Torino

 

Per ulteriori informazioni cliccate sull’evento creato su facebook  oppure sulla pagina ufficiale del Mufant

Terra di Goblin, sarà ospite nella SALA HORROR del museo , con  una nuova esposizione a tema, dedicata alla colonna sonora del film Zombi, all’interno della teca troverete , varie stampe in vinile, cd e musicassette della soundtrack stampate in tutto il Mondo.

Mufant Zomi

La storia dei Goblin, prosegue attraverso un ulteriore esposizione di materiale discografico e memorabilia allestita nella stessa sala, dove sarà possibile acquistare t-shirt, dischi, e cd .

Mufant Esposizione

 

LE SORPRESE NON FINISCONO QUI !

In anteprima assoluta verrà proiettato

ROBERTO ATTANASIO LIFE IN PROG

Regia di :

FABRIZIO COSA

 Riconosciuto dai Goblin come maggior collezionista al Mondo, Roberto Attanasio, in questo documentario, vi racconterà come è nato questo amore interminabile per la musica dei Goblin e del rock progressivo. Un viaggio all’interno della sua collezione, tra dischi, cd e memorabilia di ogni genere. Le emozioni del primo incontro con i Goblin e gli innumerevoli concerti condivisi con tanti amici. Una passione che dura da più di 30 anni vissuta a 360°.

Roberto Attanasio e Fabrizio Cosa, saranno ospiti in sala durante la proiezione e per tutta la durata della festa.

Questo il resto del programma ( in  fase di aggiornamento )

Salone centrale:

Silvia Casolari e Davide Monopoli, fondatori del museo, e Paolo Bertetti, coordinatore scientifico, presentano le nuove iniziative del museo in relazione al bando culturability. Eventi, conferenze, mostre e nuove aree espositive per l’intero anno 2017.
Fannidada, duo artistico composto da Fanni Iseppon e Davide Giaccone, presentano i progetti delle istallazioni che realizzeranno presso il museo.
Cooperativa Altra Mente, la storica cooperativa sociale torinese presenta i progetti di riqualificazione urbana indirizzati ai giovani della periferia nord svolti in collaborazione col museo. Intervengono il Presidente Antonello Raciti e il curatore progetti giovani Amar Bensaad. Giulia Garizio e Teodora Kirk presentano il progetto Diamanti e Ruggine.

Saletta gotica:
Il TohorrorFilmFestival, alla presenza del direttore artistico Max Supporta, cura la proiezione di una selezione di corti dal suo catalogo.

Sala GAF, galleria d’arte fantastica:
Nell’ambito della mostra Il Fantastico in punta di matita – curata dalla casa editrice di fumetto Manfont visibile fino a fine dicembre – che espone una collettiva di tavole originali di fumetto intervengono due ospiti d’eccezione: il disegnatore di fama internazionale David Messina, in mostra con le sue tavole tratte da Arcana Mater, e la fumettista Sara Pichelli, nota al grande pubblico per essere la prima illustratrice della versione di Ultimate Spider-Man di Miles Morales. Racconteranno personalmente delle loro innumerevoli collaborazioni e soprattutto daranno dimostrazioni dal vivo. L’arte di disegnare storie a fumetti sarà approfondita anche dagli autori delle altre opere in mostra: Jacopo Tagliasacchi, Giorgio Abou Mrad, con tavole tratte dal terzo episodio non ancora pubblicato di Esso – L’Ultimo Fumettista e quindi in vera anteprima nazionale, Alessandro Alessi Anghini, Matteo Aversano e Tommaso Lucchetti.

Sala proiezioni:
La pittura fantastica nel videogioco: intervento con proiezioni a cura di Federicole Ercole, firma del giornalismo videoludico italiano (Il Manifesto, Sky) e dell’illustratore Jacopo Tagliasacchi, in mostra con le sue tavole tratte da Agenzia Investigativa Carlo Lorenzini, edizioni Manfont.

Sala Star Trek/conferenze
Nell’ambito della mostra 50 anni di Star Trek - visibile fino a fine dicembre che espone la preziosa collezione di Stefanie Gröner dalla serie cosiddetta “classica”, la mitica stagione che ha dato inizio alla saga e che ha fissato nell’immaginario collettivo personaggi indimenticabili come il capitano Kirk e il Signor Spock - David Messina approfondirà il proprio lavoro legato a Star Trek essendo autore anche di diverse miniserie a fumetti legate alla saga e della trilogia di volumi connessi al film del 2009 insieme al regista J.J. Abrams e agli sceneggiatori Orci & Kurtzman.
Ospite anche il Gruppo Star Trek Torino con gli interventi:
“TREK Animals” di Rosa Maria Chiale, divertente approfondimento sugli animali domestici presenti nella saga.
“Classica Diorami” di Stefanie Gröner, con imperdibili proiezioni dalle scene cult della prima stagione.
“Storia dei fumetti di Star Trek dagli anni 60 ad oggi” sempre con Stefanie Gröner.

Area Doctor Who
L’area espositiva dedicata alla più nota serie televisiva inglese di fantascienza che diventa ogni giorno più ricca e variegata è animata da una divertente serie di giochi e quiz a cura del Doctor Who Italian Fan Club.

Sala Manga e Anime
Le associazioni Animanga Italia e Leiji Matsumoto raccontano in anteprima la grande mostra/evento dedicata all’animazione giapponese di fantascienza che inaugurerà al MUFANT domenica 29 gennaio 2017. Una nuova sala espositiva dedicata a due grandi autori dell’anime nipponico: Go Nagai, ormai leggendario ideatore di Goldrake e Mazinga, e Leiji Matsumoto, autore di Capitan Harlock.
Sempre in ambito giapponese l’Associazione Giagun, dedicata all’universo di Gundam, altro leggendario superobot nipponico, cura una esposizione di pezzi da collezione corredata da proiezioni.
Ospite anche l’illustratore Andrea Gatti con la sua meravigliosa serie “Mecha”.

Salone centrale
Agents of Shield Italian Section: il primo gruppo cosplay interamente dedicato alla serie tv americana Marvel’s Agents of Shield. Coordinato da Chris Pace il gruppo, vincitore di numerosi eventi cosplay, presenta alcune delle sue fantastiche interpretazioni.

Sempre in ambito Marvel si inaugura la nuova istallazione del museo dedicata ad Iron Man che espone due splendide realizzazioni di grandi dimensioni a cura del prop maker torinese Marco Morando: il Mark 2, prototipo di armatura tratta dal primo della serie dei film di Iron Man, e il Mark 38 - Igor ispirata al terzo film.

Biblioteca Riccardo Valla:
Ilaria Azzurra CAIAZZA e Filippo PETRUCCI del sito Distopia Evangelion presentano contenuti e anticipazioni dell’evento dedicato a Neon Genesis Evangelion che cureranno al MUFANT all’inizio del 2017.

Postazione Fantasy
Elena Romanello racconta la nascita del suo ultimo lavoro Storia del fantasy. Dall’Odissea a Game of thrones di recentissima uscita per Anguana Edizioni. Luca Airale presenta due autoproduzioni di genere fantasy: Luce di Ninfa e Askeroth. La postazione, anche espositiva, è un’anteprima della nuova sezione fantasy che ospiterà il museo nell’ambito del progetto culturability.

culturability e il MUFANT:

L’edizione 2016 del bando culturability, volta in particolare a sostenere progetti culturali innovativi che rigenerano e danno nuova vita a spazi in disuso, ha premiato l’esperienza del MUFANT, unico museo in Italia nel suo genere e collocato negli spazi di un ex edificio scolastico ai confini del quartiere Borgo Vittoria, offrendogli la chance non solo di rinnovare materialmente gli spazi espositivi ma anche di dare forma a nuove proposte, nuovi progetti didattici, nuove prospettive future all’insegna di una visione della cultura come impresa sostenibile.
Il MUFANT non è solo un museo è soprattutto un progetto di rigenerazione urbana che contribuisce in modo sostanziale alla riqualificazione della periferia nord di Torino e al processo di cambiamento di identità di un’area cittadina che nella percezione esterna è ancora sinonimo di degrado e difficoltà, processo sviluppato con la fondamentale collaborazione di Istitutuzioni cittadine quali: gli assessorati all’Istruzione e alla Cultura della Città, la Circoscrizione 5, il settore delle Biblioteche Civiche torinesi.
Soltanto un anno fa nessuno avrebbe scommesso su una struttura in stato di semiabbandono che invece oggi con i suoi coloratissimi murales firmati dallo street artist Xel, con le sue preziose collezioni, con le sue proposte culturali ed espositive è in grado di attrarre persone da ogni parte della città innescando un flusso virtuoso che dal centro porta alla periferia.
Una scommessa di riqualificazione del “periferico” anche a livello simbolico: l’immaginario fantastico e fantascientifico, una forma culturale troppo a lungo relegata negli ambiti dell’intrattenimento e dell’evasione pop, oggi, che la fantascienza è sempre più vicina alla realtà e questioni come innovazione, futuro, nuove tecnologie, robotica sono ormai all’ordine del giorno, conosce una nuova rinascita e un crescente interesse da parte di vecchi e nuovi pubblici, grazie anche ad un vero e proprio boom di nuove produzioni transmediali, fra serie tv, film e videogiochi.
L’affermarsi di una realtà museale unica come il MUFANT, assieme alla presenza di altre eccellenze culturali di genere fantastico, quali il Tohorror FilmFestival - che quest’anno ha visto grande successo di pubblico -, fanno immaginare un futuro non lontano che vede diventare Torino una Capitale Italiana del Fantastico.